Lago di Garda
Seguendo le Tracce del Passato
Home - Sponda Bresciana - Sponda Trentina - Sponda Veronese - Dove Dormire Sei in: Arte e Storia

Portaerei del Garda la storia della pista di Sirmione

Portaerei del Garda a Sirmione Per un breve periodo, anche il Lago di Garda, poteva vantarsi di avere un aeroporto, più precisamente una piccola pista per aerei leggeri a decollo e atterraggio corti. Prerogativa indispensabile per una pista lunga solo 300 metri e larga 30. Praticamente le dimensioni di una nave da guerra dell’epoca, da qui il nome di Portaerei del Garda.

Adesso non c’è più traccia di questa costruzione, ma nel 1944 i tedeschi pensarono di costruire una pista sulla linguetta di terra che collega Colombare a Sirmione, sul lato destro della strada che porta al centro storico.

La costruzione della Portaerei del Garda serviva sia per fini militari, sia per i week-end di alcuni ufficiali del Terzo Reich che a Sirmione e in molte dimore gardesane trovavano qualche ora per rasserenarsi dale tensioni belliche. Ancora oggi, i turisti tedeschi, rappresentano la fetta più grande di visitatori del Benaco.

La breve storia della pista del Garda:
Costruita nel 1944 tra la strada e il lago, la piccola portaerei del Garda (nella foto in alto) non riuscì a svolgere a pieno il suo impiego. Difatti, il conflitto mondiale era ad una svolta, le forze alleate anglo americane avevano quasi l’assoluto dominio dell’aria, così la pista di Sirmione, per pochi mesi, diventò una base militare americana. Ma fortunatamente la guerra volse al termine, e la portaerei vorrebbe diventare una pista turista.

Effettivamente la comodità di avere un piccolo aeroporto su una località di interesse turistico come Sirmione era ghiotta, così si pensò di ampliarla di 180 metri, ma i problemi legati alle sue dimensioni rimanevano.

Manco a farlo apposta, nel giro di pochi mesi, capitò a due veicoli dei problemi di avaria, si trattava di piccoli aerei in transito, ma che trovarono nella pista di Sirmione un attracco sicuro. Quando la pista turistica sembrava ad un passo dalla sua realizzazione arrivò la doccia fredda delle istituzioni, le quali bocciarono il progetto ritenendolo impraticabile per le sue dimensioni e incompatibile con il contesto ambientale.

Lago di Garda è un sito di promozione del territorio gardesano, la riproduzione è vietata - Mappa del Sito - info@lagodigarda - Informativa Cookie
Lago di Garda Informazioni su Facebook Lago di Garda su Twitter Lago di Garda Info sul canale di You Tube