Lago di Garda
Seguendo le Tracce del Passato
Home - Sponda Bresciana - Sponda Trentina - Sponda Veronese - Dove Dormire Sei in: Arte e Storia

La prima stazione climatica gardesana

La prima stazione climatica gardesana La trasformazione di Gardone Riviera da piccolo paese di pescatori del Lago di Garda a località sanitaria cominciò nella primavera del 1885. Quando approdò il famoso dottor Ludwig Rohden, climatologo, pneumolodo del Bad Lippspringe, rinomata clinica nella Westfalia.

Rohden stava cercando una località dal clima mite, adatto nei mesi più freddi dell'anno alla cura e al soggiorno dei pazienti colpiti dalla tubercolosi, vera piaga di quei tempi.

Gardone Riviera si rivelò perfetta grazie al suo clima mite d'inverno e non particolarmente caldo nei mesi estivi. Quindi, con l'aiuto del collega Karl Koeniger, iniziò ad attrezzare quel piccolo paesello di contadini e carbonai in quella che sarebbe divenuto uno dei centri climatici più famosi del vecchio continente.

Prima di allora, Gardone non era per niente conosciuto al punto che lo scrittore tedesco Goethe, nel suo "Italienischen Reise", ricordò nel 1786 Gardone con il nome di "Verdom", scrivendolo in modo sbagliato come molto probabilmente lo apprese dall'espressione dialettale dei barcaioli di Torbole.

Verso la fine dell'Ottocento si stava diffondendo in Europa la cultura dell'ingegneria sanitaria, tendenza partita dagli inglesi che si misero alla ricerca di nuovi insediamenti sani, luminosi, ricchi di verde, con edifici dotati di acqua potabile e di fognature.

La nuova corrente aveva trovato grande successo in Germania, dove i tecnici igienisti erano stati consultati nella pianificazione di piani regolatori, studiati con cura. Questo spiega il notevole e avanzato impianto urbanistico della Stazione climatica invernale di Gardone Riviera.

Grazie a questa scoperta del medico Rohden, la cittadina gardesana sulla sponda bresciana del Lago, non solo è diventata una delle principali località turiste del Benaco, è anche il primo comune mitteleuropeo.

Lago di Garda è un sito di promozione del territorio gardesano, la riproduzione è vietata - Mappa del Sito - info@lagodigarda - Informativa Cookie
Lago di Garda Informazioni su Facebook Lago di Garda su Twitter Lago di Garda Info sul canale di You Tube