Lago di Garda
Informazioni località venete
Home - Sponda Bresciana - Sponda Trentina - Sponda Veronese - Dove Dormire

Trimelone un'isola esplosiva

Isoletta Trimelone Di fronte al Comune di Brenzone si trova l’isoletta di Trimelone, dove appaiono ancora i resti di un’antica polveriera.
Si tratta di un luogo molto bello ma inaccessibile compresa tutta l’area circostante. Difatti, in tutta quest’area è severamente vietato: sbarcare, attraccare, pescare e avvicinarsi.

Storia dell'Isoletta di Trimelone:
Proprio per la sua locazione venne per molti secoli sfruttata militarmente, sicuramente fortificata nel X secolo, all’epoca venne eretto un fortilizio per difendersi dalle invasioni degli Ungari, poi distrutto da Barbarossa nel periodo della Lega Veronese. Anche se gli esperti credono che già da prima l’isola Trimelone era utilizzata come baluardo difensivo. Tradizione che continuò fino alla Seconda guerra mondiale.

Il suo nome pare proprio che sia stato ereditato da tre cupole corazzate costruite dall’esercito italiano poco prima dell’inizio della Grande guerra. Nel secondo dopoguerra, l’isola diventò una polveriera nella quale vennero accatastate tantissime munizioni da disinnescare.

L'isolamento forzato:
Un incidente fece saltare questo magazzino spargendo ordigni tutti attorno, proprio per questa ragione, ancora oggi è vietata la navigazione attorno all’isoletta.

L’isolamento forzato ha conservato l’area nella quale nidificano vare specie di uccelli. Però, purtroppo, non mancano casi di attracco da parte di irresponsabili cacciatori e collezionisti di vecchi ordigni da guerra.

Nell’ultima bonifica sono state recuperate oltre 100 mila bombe. Ma basta immergersi per pochi metri per trovare ancora in questi fondali degli ordigni bellici ed esplosivi sia della Prima e Seconda guerra mondiale, alcuni ancora funzionanti e molto pericolosi.

Lago di Garda è un sito di promozione del territorio gardesano, la riproduzione è vietata - Mappa del Sito - info@lagodigarda - Informativa Cookie
Lago di Garda Informazioni su Facebook Lago di Garda su Twitter Lago di Garda Info sul canale di You Tube